Questo sito utilizza i cookies per un migliore e più efficiente funzionamento. Per continuare la visita ti chiediamo di accettare questa condizione che in ogni caso non sarà lesiva della tua privacy.  Per procedere cliccare su OK.

Chi siamo

 

Silvia Viti

Silvia Viti

Silvia Viti si laurea in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Siena e nel 2009 consegue la laurea magistrale in Discipline Semiotiche presso l’Università di Bologna con una tesi di Semiotica della percezione sui codici espressivi dell’arte contemporanea, dalla performance alla video art, dal titolo “Al di qua del quadro, nelle pieghe dell’evento”.

Nel 2009 approda in baba s.r.l, istituto di ricerca qualitativa e consulenza strategica di Giulia Ceriani, dove lavora come semiotic analyst e trendwatcher. Dal 2011 è dottoranda di ricerca in Semiotica presso l’Università di Bologna  (Istituto Sum) con un progetto di tesi che indaga le pratiche di creazione e risemantizzazione dello spazio urbano ad opera di quanti attraversandolo lo definiscono e riscrivono in un'interazione continua tra soggetti. In quest'ottica i fenomeni dell'arte contemporanea quale la street art e il graffiti writings non costituiscono casi eccezionali, ma solo casi, tra gli altri. Una ricerca che parte quindi dalle firme d'artista dello street system ma solo per approdare ai monologhi senza fine delle porte di una toilette pubblica bolognese. Arte e spazio urbano pertanto ma anche spazio urbano senz'arte allo scopo di far dialogare i diversi sviluppi della semiotica postgreimasiana, nello specifico l'etnosemiotica di Francesco Marsciani e la sociosemiotica delle interazioni di Eric Landowski.