Questo sito utilizza i cookies per un migliore e più efficiente funzionamento. Per continuare la visita ti chiediamo di accettare questa condizione che in ogni caso non sarà lesiva della tua privacy.  Per procedere cliccare su OK.

Progetti

PAROLA E TERAPIA
Il ruolo della struttura narrativa nella terapia del dolore cronico
 
parolaterapia01
parolaterapia01parolaterapia02parolaterapia03
 

Questa ricerca sulla comunicazione del dolore cronico è stata condotta in collaborazione tra la fondazione ISAL di Rimini e l'Università di Bologna. Lo studio, condotto su Facebook, trae le mosse da una discussione con un gruppo di pazienti affetti da dolore cronico sui loro problemi, biografia e vita quotidiana, dalle difficoltà a svolgere le attività più comuni alle tattiche per fronteggiare il male, alla strategia più complessiva entro cui inquadrare la propria vita. Lo scopo della ricerca è trovare una alternativa ai problemi che impediscono oggi il costituirsi di un sapere medico sul dolore cronico, cosa che impedisce la proposta di nuove soluzioni terapeutiche.


L'antropologia ha indicato diversi casi in cui la dimensione performativa del linguaggio è sufficiente non tanto alla remissione della patologia, quanto alla messa in opera di strategie e tattiche atte a fronteggiare il dolore: la frontiera della ricerca in questo campo è la narrative-based medicine. Evidentemente, vi è un problema nella epistemologia medica: non si tratta solo di una forma di riduzionismo; è lo stesso modello semiotico medico a non essere adeguato al problema del dolore cronico. Le discipline semiotiche si rivelano utili alla formazione di un nuovo modello che tenga conto del ruolo della performance linguistica e narrativa.

Progetto:
Creazione di una Health Community online

Anno:
2010

Location:
Facebook

Status:
In progress

Committenza:

Fondazione ISAL




Responsabile CUBE:
Francesco Galofaro

VISITA
Fondazione ISAL | Facebook

LEGGI
INTERVENTO IN PDF